Amianto e sicurezza sul lavoro: le novitÓ della Legge di StabilitÓ 2016

Amianto e sicurezza sul lavoro: le novitÓ della Legge di StabilitÓ 2016
Amianto e sicurezza sul lavoro: le novitÓ della Legge di StabilitÓ 2016
Dalle istituzioni

Tutela del lavoratori del settore ferroviario, fondo per le vittime e i familiari e aiuti ai dipendenti in mobilitÓ tra le misure previste dalla normativa

Più benefici previdenziali per i lavoratori esposti all’amianto del settore di produzione di materiale rotabile e istituzione di un fondo per le vittime della fibra killer per il risarcimento del danno alle loro famiglie. Sono questi alcuni dei provvedimenti previsti dalla Legge di Stabilità 2016. Ecco nel dettaglio tutte le misure che interessano coloro che sono stati esposti al pericoloso materiale.

TUTELA DEI LAVORATORI DEL SETTORE FERROVIARIO

La prima misura per i lavoratori esposti all’amianto è quella prevista dal comma 277 dell’art. 1 della Legge di Stabilità 2016 che dispone il riconoscimento dei benefici previdenziali per i lavoratori del settore della produzione di materiale rotabile ferroviario che hanno prestato la loro attività nel sito produttivo, senza essere dotati degli equipaggiamenti di protezione adeguati all’esposizione alle polveri di amianto, per l’intero periodo di durata delle operazioni di bonifica dall’amianto poste in essere mediante sostituzione del tetto.

Si ricordi che, secondo la normativa che riguarda il trattamento straordinario di integrazione salariale e il pensionamento anticipato, “per quelli che siano stati esposti all’amianto per un periodo superiore a dieci anni, l’intero periodo lavorativo soggetto all’assicurazione obbligatoria contro le malattie professionali derivanti dall’esposizione all'amianto, gestita dall’Inail, è moltiplicato, ai fini delle prestazioni pensionistiche, per il coefficiente di 1,5”.

FONDO PER LE VITTIME DELL’AMIANTO

Nella Legge di Stabilità 2016, con il comma 278 dell’art. 1, è prevista anche l’istituzione del Fondo per le vittime dell’amianto, in favore degli eredi di coloro che sono deceduti a seguito di patologie asbesto-correlate per esposizione all’amianto nell’esecuzione delle operazioni portuali nei porti. La dotazione è di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016, 2017 e 2018.

Le procedure e le modalità di erogazione delle prestazioni sono stabilite con decreto del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il ministro dell’Economia e delle finanze, da emanare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della Legge di Stabilità 2016.

DIPENDENTI IN MOBILITÀ

Il comma 279 dell’art. 1 della Legge di Stabilità 2016 ha prorogato infine al 31 dicembre 2016 (l’originario termine era il 30 giugno 2015) il termine entro cui possono presentare domanda all’INPS per il riconoscimento della maggiorazione secondo il regime vigente al tempo in cui l’esposizione si è realizzata gli assicurati all’assicurazione generale obbligatoria, gestita dall’Inps, e all’assicurazione obbligatoria contro le malattie professionali, gestita dall’Inail, dipendenti da aziende che hanno collocato tutti i dipendenti in mobilità per cessazione dell’attività lavorativa.

 

 

Cerca una notizia

Newsletter