Mud 2016: approvato in Gazzetta ufficiale il decreto per la presentazione del modello

Mud 2016: approvato in Gazzetta ufficiale il decreto per la presentazione del modello
Mud 2016: approvato in Gazzetta ufficiale il decreto per la presentazione del modello
Dalle istituzioni

Sono obbligati a presentarlo entro il 30 aprile prossimo le imprese e gli enti che producono o trattano rifiuti pericolosi

È stato pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto di approvazione del Mud per il 2016: è confermato il modello unico di dichiarazione ambientale allegato al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 17 dicembre 2014. Il modello in questione dovrà essere presentato come sempre entro il 30 aprile dell’anno di riferimento e sino alla piena entrata in operatività del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti.

Si ricordi che i soggetti obbligati alla presentazione del Modello Unico sono tutte le imprese e gli enti che producono rifiuti pericolosi o che effettuano operazioni di recupero e smaltimento degli stessi. La misura riguarda anche le aziende con più di dieci dipendenti che producono rifiuti non pericolosi ma derivanti da lavorazioni industriali/artigianali o dal trattamento delle acque reflue e dall’abbattimento dei fumi.

In particolare, sono soggetti a tale approfondimento i veicoli fuori uso, gli imballaggi, i RAEE e i Rifiuti urbani. Dovrà essere inoltre indicata la quantità di rifiuti in giacenza al 31 dicembre, distinguendo il materiale destinato al recupero da quello in attesa di essere avviato allo smaltimento.  Ricordiamo che da quest’anno è possibile effettuare la comunicazione ordinaria direttamente online attraverso il Mud Telematico

 

Cerca una notizia

Newsletter