Sicurezza sul lavoro, in arrivo la giornata nazionale per le vittime degli incidenti

Sicurezza sul lavoro, in arrivo la giornata nazionale per le vittime degli incidenti
Sicurezza sul lavoro, in arrivo la giornata nazionale per le vittime degli incidenti
Lavorare sicuri

Le manifestazioni si svolgeranno in tutta Italia domenica 11 ottobre, anche il Papa farÓ un appello all'Angelus. Nel 2015 sono aumentati i casi di mortalitÓ

Domenica 11 ottobre si celebra in tutta Italia la 65ᵃ Giornata Nazionale per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro. La manifestazione è organizzata dall'Anmil, Associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro, in collaborazione con l'INAIL, Istituto Nazionale per l'Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro.

 

CASI MORTALI IN AUMENTO

In tutte le provincie italiane verranno organizzati eventi che coinvolgeranno circa 400mila persone, con l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini sul tema della sicurezza nei posti di lavoro.

La situazione del fenomeno infortunistico, stando agli ultimi dati provvisori INAIL, relativi al periodo 1 gennaio - 31 agosto 2015, evidenziano un significativo aumento dei casi mortali passati da 652 nei primi 8 mesi del 2014 a 752 nel 2015 (+15%).

Per quanto riguarda gli infortuni, rallenta il calo registrato negli ultimi anni; tra il 2014 e il 2015 la flessione è stata solo del -4,1% con 410.000 denunce.

Nel corso dell’ultimo quiquennio, in Italia si sono verificati oltre cinque milioni di infortuni sul lavoro che hanno provocato quasi 200mila invalidità permanenti e oltre settemila morti.

 

RENDITE INAIL

La Giornata vuole essere anche l'occasione per fare il punto della situazione sulla tutela prevista per i lavoratori infortunati o per quanti contraggono una malattia professionale: i risarcimenti e le rendite INAIL vengono regolati dal Testo Unico Infortuni che risale al 1945 e, nonostante le modifiche effettuate nel tempo, risulta essere ancora inadeguato agli occhi dell'Anmil. L'associazione procederà anche alla raccolta firme contro la riforma dell'Isee, che ha previsto l'inserimento della rendita INAIL nella dichiarazione dei redditi.

 

LA CELEBRAZIONE NAZIONALE

La celebrazione nazionale della giornata per le Vittime degli Incidenti sul Lavoro si svolgerà a Roma, presso l'auditorium della Direzione Centrale dell’INAIL a Piazzale Giulio Pastore 6, dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

Durante la mattinata interverranno il Presidente nazionale ANMIL Franco Bettoni, il Presidente dell'INAIL Massimo De Felice, il Sottosegretario di Stato al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Franca Biondelli, il Segretario della Commissione di inchiesta sugli infortuni sul lavoro del Senato Serenella Fucksia, il Presidente della Commissione Lavoro alla Camera Cesare Damiano, il Presidente del CIV INAIL Francesco Rampi, il Presidente del CIP Luca Pancalli, il Segretario Confederale CISL Giuseppe Farina e altre autorità.

A sottolineare l'importanza del tema ci penserà anche Papa Francesco che, nel discorso domenicale dell'Angelus, rivolgerà un messaggio all'ANMIL e a tutte le vittime del lavoro.

Cerca una notizia

Newsletter