Siti inquinati, 70 milioni di euro per la riqualificazione

Siti inquinati, 70 milioni di euro per la riqualificazione
Siti inquinati, 70 milioni di euro per la riqualificazione
Dalle istituzioni

Le imprese interessate alla riconversione industriale potranno presentare le domande di partecipazione dal 2 gennaio al 31 dicembre 2016

Il ministero dello Sviluppo economico ha stanziato 70 milioni di euro a favore delle imprese sottoscrittrici di accordi e programmi volti a favorire la bonifica e la riconversione industriale delle aree inquinate.

 

I DESTINATARI

Il bando è aperto alle imprese proprietarie di aree contaminate, interessate a mettere in atto programmi di  bonifica e sicurezza industriale. Le aziende in questione dovranno essere già costituite e iscritte al Registro delle imprese prima della data di sottoscrizione degli accordi programmatici, inoltre dovranno procedere all'acquisto di beni strumentali da utilizzare nell'ambito produttivo nei siti inquinati.

 

Al contrario, sono escluse le imprese dei comparti di produzione di prodotti agricoli, siderurgico, carbonifero, pesca, costruzione navale, trasporti e relative infrastrutture, energia, banche e assicurazioni.

 

SCADENZA DELLE DOMANDE

Le domande dovranno essere presentate tramite Pec a partire dal 2 gennaio 2016 e fino al 31 dicembre 2016 per gli investimenti realizzati nel periodo d'imposta in corso alla data del 31 dicembre 2015. Il Mise ha stabilito che le imprese sottoscrittrici di accordi e programmi per la bonifica e la messa in sicurezza dei siti inquinati riceveranno 20 milioni di euro le riconversioni dell'anno 2014 e 50 milioni per l'anno 2015.

 

RIPARTIZIONE DEI FONDI

L'intensità dell'aiuto cambierà a seconda delle Regioni interessate. Per la Campania, la Basilicata, la Puglia e la Sicilia il limite è fissato al 45% delle spese per le piccole imprese, il 20% per le medie imprese e il 10% per le grandi imprese.

Per tutte le altre aree del territorio nazionale, la ripartizione dei fondi avverrà secondo il seguente criterio: 20% per le piccole imprese e 10% per le medie imprese. 

 

Cerca una notizia

Newsletter