Rumore nei cantieri, ecco la banca dati sicurezza

cantieri
cantieri
Lavorare sicuri

Il databese contiene 200 schede informative con i valori acustici delle macchine e delle attrezzature utilizzate nel settore edile

Il Centro per la Formazione e Sicurezza di Avellino (Scuola Edile e CPT), l’INAIL (Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro) e l'ASL di Avellino hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per attuare una campagna di misurazione del rumore nei cantieri edili attraverso una banca dati.

 

I VANTAGGI DEL PROGETTO

 

La possibilità di valutare in fase preventiva l'emissione sonora delle macchine e delle attrezzature utilizzate nei cantieri rappresenta un significativo apporto per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza. Infatti, l'ipoacusia da rumore è una delle malattie professionali maggiormente riconosciute dall’INAIL e difficilmente contrastabile.

 

Il progetto ha l'obiettivo di fornire ai datori di lavoro, ai tecnici e agli operatori della prevenzione uno strumento realizzato nel rispetto delle normative tecniche, con la disponibilità di oltre 200 attrezzature di cantiere. Per ciascuna macchina sono state determinate la potenza e la pressione sonora, parametri necessari per eseguire una corretta valutazione del rischio.

 

LE SCHEDE

 

I dati misurati sono stati poi elaborati e restituiti in apposite schede nelle quali sono state riportate le principali caratteristiche della macchina (nome, foto, marca, modello e anno di costruzione), il livello di potenza e pressione sonora misurati, questi ultimi riportati anche su un grafico con i valori in ottave che indica anche la potenza acustica complessiva.

 

IL PROCEDIMENTO DI MISURAZIONE

 

Prima delle misurazioni fonometriche sono state acquisite una serie di informazioni utili a fornire un quadro più preciso sul luogo di lavoro.

 

Sono state analizzate le caratteristiche del rumore, le condizioni acustiche intorno alla postazione di misura, la presenza di eventuali segnali di avvertimento o allarme, i parametri microclimatici più significativi come temperatura e umidità che possono influenzare i valori misurati e il corretto funzionamento degli strumenti utilizzati.

 

LA PIANIFICAZIONE

 

Sulla base delle informazioni raccolte e fornite dal datore di lavoro i tecnici pianificano la strumentazione da utilizzare, le posizioni, i numeri e i tempi di misura, in modo da ottenere un quadro globale e significativo delle condizioni di esposizione dei lavoratori al suono delle macchine e delle attrezzature utilizzate nei cantieri edili.  

Cerca una notizia

Newsletter